deco_legge

Reportage De.Co.

pan_de_bari

Festa delle De.Co.

festadeco

Utenti online

We have 6 visitatori online

Login




47ª Sagra della Sopressa de.co. di Valli
18 Luglio 2014
 
Notizie - Prodotti De.Co. di Valli del Pasubio
       
sopressa.jpeg
Da Sabato, 9. Agosto 2014
a Domenica, 17. Agosto 2014
     

Luogo Valli del Pasubio

 
47ª SAGRA DELLA SOPRESSA
9-10 e dal 12 al 17 agosto 2014 presso il Piazzale Scuole a Valli del Pasubio
Stand gastronomico con piatto tipico "polenta e sopressa", specialità contadine e della tradizione locale; camminata, escursione in montagna, serata giovani, ballo con orchestra, tornei e molto altro...
Venerdì 8 agosto
Serata giovani con i migliori DJ di Radio Stella FM
Sabato 9 agosto
Le sopresse De.Co. sono prodotte da CASA ROSSA di Tisato Andrea, Valli del Pasubio
Ore 14.00 Torneo Beach Volley presso Campo Sportivo a cura A.S. Valli
Riservato residenti Valli e Torrebelvicino – n. 2 campi in sabbia
Ore 20.00 Serata danzante con l'Orchestra Graziano Maraschin
Ore 20.45 Concerto d'organo in Chiesa Arcipretale “I solisti della Cappella Altoliventina”: Martina Zaccarin-soprano ; Lisa Friziero-contralto ; Claudio Zinutti-tenore ; Sandro Bergamo-basso ; Elia Pivetta-organo
Domenica 10 agosto
Le sopresse De.Co. sono prodotte da CASA ROSSA di Tisato Andrea, Valli del Pasubio
Ore 8.30 Camminata tra boschi e contrade a cura del Gruppo animatori turistici della Pro Loco
Ore 9.00 Torneo Beach Volley (fasi finali)
Ore 9.30 Presentazione delle sopresse in gara e valutazione della giuria
Ore 10.00 Apertura Mostra Fotografica e di Pittura. Mostra francobolli della Grande Guerra
Ore 10.30 Saluto delle Autorità e proclamazione Miglior Sopressa 2014
Ore 11.00 Premiazione Gara di Pesca Torrente Leogra FIPSAS – Trofeo sopressa. A cura Gruppo Pescatori. Info e iscrizioni 0445 590048 - 0445 630526
Ore 16.00 Mercatino Artigianale e antiquariato in Centro storico (fino alle 23.00 circa). Negozi aperti
Ore 20.00 Serata danzante con l'Orchestra Nuovi Delfini
Martedì 12 agosto
Le sopresse DOP sono prodotte da Salumificio VALPASUBIO, Valli del Pasubio
Ore 19.00 Degustazione di “Bocconcini di cervo alla boscaiola con polenta” a cura dei Ristoratori Val Leogra
Ore 21.00 Optional Produzioni presentano Miss Provincia di Vicenza per “Miss Mondo Italia”
Mercoledì 13 agosto
Le sopresse DOP sono prodotte da Salumificio VALPASUBIO, Valli del Pasubio
Ore 20.00 Serata danzante con l'Orchestra Amici del Folk
Giovedì 14 agosto
Le sopresse De.Co. sono prodotte da F.LLI PIANEGONDA, S. Antonio di Valli del Pasubio
Ore 20.00 Serata danzante con l'Orchestra Liscio Simpatia
Venerdì 15 agosto
Le sopresse De.Co. sono prodotte da F.LLI PIANEGONDA, S. Antonio di Valli del Pasubio
Ore 9.00 Mercatino Artigianale e antiquariato in Centro storico (fino alle 23.00 circa). Negozi aperti
Ore 17.00 Spettacolo Daniel Magic Show
Ore 20.00 Serata danzante con l'Orchestra Santamonica
Sabato 16 agosto
Le sopresse De.Co. sono prodotte da PIAZZA ROBERTO, S. Antonio di Valli del Pasubio
Ore 20.00 Serata latino americana con Holliwood Latino in Tour
Domenica 17 agosto
Le sopresse De.Co. sono prodotte da PIAZZA ROBERTO, S. Antonio di Valli del Pasubio
Ore 16.00 Mercatino Artigianale e antiquariato in Centro storico (fino alle 23.00 circa). Negozi aperti
Ore 20.00 Serata danzante con l'Orchestra Spettacolo Sipario Band
Ore 22.00 Tombola in Piazza (Montepremi € 1.600,00)
Ore 23.30 Grande Spettacolo Pirotecnico
La Pro Loco Valli, a partire da quest'anno, devolverà il 10% degli utili della sagra all'AIRC per la ricerca contro i tumori.

Martedì 12 e/o giovedì 14 agosto - Ore 17.00 circa
Escursione in montagna: possibilità di avvistamento e osservazione dei camosci con le guide della Riserva alpina. È necessaria la prenotazione presso le casse degli stand nei giorni precedenti. Info e prenotazioni tel. 3468528129 - 0445 630949
APERTURA BAR (panini - bibite - caffè)
Giorni: 10 - 15 - 17 agosto: ore 9.00-24.00
Gli altri giorni: ore 17.00-24.00
APERTURA STAND GASTRONOMICO (piatto tipico polenta e sopressa - bigoli con ragù, pomodoro, anitra - pasta di salame alla piastra)
Tutti i giorni dalle 17.00 alle 22.00
Domenica 10, venerdì 15 e domenica 17 anche a mezzogiorno
PESCA DI BENEFICENZA PRO OPERE PARROCCHIALI presso Scuola Materna
MOSTRA MISSIONARIA presso Canonica
MUSEO DEGLI ANTICHI MESTIERI
Nei giorni: 10-15-17 agosto, ore 10.30-12.00 e 16.00-22.00
Gli altri giorni (12-13-14-16 agosto) ore 19.00-22.00
Visita accompagnata : venerdì 15 agosto ore 11.00
SEGHERIA IDRAULICA “ALLA VENEZIANA” in contrà Seghetta
Aperta per visita domenica 10 e venerdì 15: ore 10.00-12.00 e 15.00-18.00
MOSTRA FOTOGRAFICA, DI PITTURA E DI FRANCOBOLLI DELLA GRANDE GUERRA
Domenica 10: ore 10.00-13.00 e 16.00-22.00
Dal 12 al 17 agosto: ore 19.00-22.00
Venerdì 15 e domenica 17 anche 11.00-13.00
 
 
 
 

INFO

0445 590176

prolocovalli@libero.it

http://www.prolocovallidelpasubio.it/

 
TORRESANI ALLO SPIEDO
16 Giugno 2014
 
Notizie - Prodotti De.Co. di Breganze

Un piatto celebrato a Breganze con una storia di 500 anni.Sono utilizzati i colombi “a mezza piuma” che non hanno ancora spiccato il volo, tra i 25 e i 30 giorni, dalle carni più tenere. Il piatto ora è diventato Deco

Volano alto i torresani allo spiedo di Breganze che diventano De.Co. Il Comune, infatti, ha adottato la denominazione comunale, approvando il disciplinare di produzione dello storico piatto “I toresàni allo spiedo De.Co”, cucinato da queste parti da centinaia di anni.
Viene così ulteriormente nobilitata, con il sigillo di origine di un territorio, una pietanza che già nobile era di suo, nel senso che il colombo di torre, o colombaccio, inserito nell´elenco dei prodotti tradizionali veneti, è stato per secoli un piatto riservato alle tavole dei nobili, che lo allevavano nelle colombare poste sulle torri. 
Le ricerche, anche quelle compiute per giungere all´approvazione del disciplinare di produzione e commercializzazione, rivelano che l´uso di allevare piccioni prese avvio nel periodo fra la fine del Quattrocento e l´inizio del secolo successivo, quando la Serenissima Repubblica di Venezia, pacificato il territorio, iniziò a trasformare le torri dei castelli o delle corti agricole, che avevano in origine una funzione militare, di avvistamento o di difesa, riadattandole ad uso civile: abitativo ai piani inferiori, riservato all´allevamento dei colombi nella parte superiore. Da questa abitudine viene il nome torresani e del resto, ancora oggi, il colombo ama nidificare nelle torri, che a Breganze e nel territorio limitrofo sono particolarmente numerose.
L´allevamento domestico dei piccioni, da vezzo dei signori divenne poi abitudine anche nelle case rurali, agevolato dalla grande prolificità dell´animale e dalla bontà della carne.
Così, mentre oggi in molte piazze ai piccioni i sindaci dichiarano guerra, aBreganze il volatile fin dal Medioevo se lo tengono stretto e il Comune oggi gli concede il marchio di tutela. 
Il piatto è un vanto della gastronomia locale: a Torreglia, Comune rivale sui Colli Euganei, con cui Breganze si contende la paternità dei torresani in cucina, il pennuto viene cotto al forno; nella zona pedemontana vicentina, invece, i teneri colombini vengono preparati allo spiedo.
La tradizione ha preso avvio soprattutto grazie a tre famiglie: la famiglia Bonato col “Ristorante al Ponte”, la famiglia Poli, ora Dalle Mulle, con la “Trattoria al Cappello” e la famiglia di Gino Poli, fratello delle sorelle Poli, che si trasferì dal Cappello aprendo una nuova attività con il ristorante albergo “Al Toresàn”.
Quelli utilizzati non sono colombi di mondo, ma al contrario colombi a “mezza piuma”, quelli cioè che non hanno ancora spiccato il volo e possono avere tra i 25 e i 30 giorni di vita a seconda della stagione. In genere pesano tra i 250 e i 300 grammi: il grasso accumulato rende le loro carni gustose e i muscoli sono più morbidi. 
La ricetta tradizionale, fissata nel disciplinare Deco prevede che una volta spennati e puliti, si tolgano solo le zampe. Si deve quindi preparare un ripieno con rosmarino, salvia e bacche di ginepro, un po´ di sale e un po´ di pepe e soprattutto un trito fine fine di cuore, fegato e durello. Il ripieno, con qualche fettina di lardo e una noce di burro va inserito nel “toresan” che poi viene messo allo spiedo che va fatto girare su fuoco a legna.
I colombini vengono spennellati con il loro stesso grasso, che cola durante la cottura. I tempi di preparazione sono variabili, a seconda dello spiedo e della fiamma. Non cambia mai invece il contorno: la polenta “onta”, ovvero fritta con il grasso che gocciola sulla leccarda dai colombacci.
Per un torresano Deco è importante infine la legna che si utilizza per il fuoco, meglio se di alberi da frutta: olivo, melo, pero, vite su tutti. E, a proposito di vite: a Breganze il vino associato al toresan per tradizione è il Cabernet, ma non si sposano male nemmeno gli altri corposi rossi della zona.
Il toresan sarà celebrato mercoledì 18 a Breganze con la 19esima edizione del “Ristorante in piazza”: protagonisti saranno gli 11 locali dei “Ristoranti d´autore della Pedemontana” e la Confcommercio di Thiene.

 
Alla Sagra di Vivaro la trota deco
13 Giugno 2014
 
Notizie - Prodotti De.Co. di Dueville

UN PIATTO TRADIZIONALE SEMPRE MOLTO APPREZZATO, CHE NON PUÒ MANCARE ALLA SAGRA PAESANA

 Grande protagonista della tradizionale sagra paesana è lei, la prelibata trota alla vivarese De.co. Ecco come si prepara la prelibatatrota alla vivarese De.co.

Ingredienti: 3 trote iridee da circa 700/800 g, 100 g di Grana Padano, 1 litro di latte, 500 ml di olio evo, 5 acciughe sotto sale, 30 g di prezzemolo tritato, il succo di 1 limone, 200 g di cipolle bianche, farina bianca e sale q.b. Per il brodo vegetale: 2 carote, 5 foglie di alloro, 3 coste di sedano, 2 cipolle bianche, 1 bicchiere di vino bianco secco, sale q.b.

Preparate in una capiente pentola il brodo vegetale con carote, sedano, cipolla, alloro, vino bianco, sale. Aprite le trote con un lungo taglio sul ventre ed estraete le interiora, lavatele rapidamente sotto l´acqua corrente e appena il brodo sarà giunto a bollore, lessatele per circa 7 minuti. Effettuate con cura la spinatura delle trote cercando di mantenere i filetti più integri possibile e metteteli ad asciugare in una graticola. Fate appassire cipolla, acciughe, prezzemolo, succo di limone e un po´ d´olio evo in una casseruola e frullate il tutto fino ad ottenere una salsina cremosa e densa.

Prendete una pirofila in acciaio e versate sul fondo alcune cucchiaiate di salsa e olio evo. Prendete i filetti di trota, infarinateli e disponeteli accuratamente sul fondo in modo uniforme e senza lasciare spazi vuoti. Salate e spargete uniformemente del Grana grattugiato, un filo di olio evo e ridistribuite ancora della salsa prima di posizionare un altro strato di trota infarinata. Si deve ripetere per 3 volte il procedimento realizzando tre strati di trota e al termine coprire il tutto con la rimanente salsa, l´olio evo e il latte con alcune foglie di alloro. Mettete in forno per circa un´ora a 180° prestando attenzione che i filetti di trota rimangano sempre coperti dall´olio e dal latte.

trota

 

 

Da stasera Vivaro è in festa tra musica, balli e sapori

venerdì 13 giugno 2014 SPECIALI, pagina 33

Dopo l´"anteprima" di ieri sera, con la Cena di Gala (novità di questa edizione), prende il via oggi ufficialmente la Sagra di Vivaro 2014, organizzata come da tradizione dal Comitato Feste Vivaro in collaborazione con Pro Loco e Amministrazione Comunale di Dueville. Un appuntamento tanto atteso con la musica, il divertimento e soprattutto la buona tavola: l´ospite "d´onore", manco a dirlo, è la trota alla vivarese, specialità gastronomica locale che vanta la De.Co., ma il menu della festa è davvero ricco, gustoso e abbondante!

Da stasera fino a lunedì 16 giugno, la tensostruttura installata presso il centro "Il Rustico" accoglierà quindi gli avventori della festa; ogni giornata avrà inizio alle 19.00 con l´apertura degli stand gastronomici, del Parco divertimenti e della Pesca di Beneficenza, poi alle 21.00 sarà la volta della musica live, con due esibizioni ogni sera (da una parte le tradizionali orchestre spettacolo, dall´altra lo stile "disco" dedicato ai più giovani). Il gran finale di lunedì vedrà l´estrazione della lotteria con ricchi premi e, a mezzanotte, la chiusura in bellezza della manifestazione con lo spettacolo pirotecnico.

Ricordiamo poi che domenica mattina si rinnoverà l´appuntamento con la Marcia "Su e so par i Taraji del Bachiglion" a cura dell´Associazione "Corri con noi" di Dueville (si tratta della quarta edizione dell´evento, organizzato in seno alla Sagra vivarese): partenza alle ore 7 su due distanze, rispettivamente di 5 e 10 km, e infine il meritato ristoro con un pranzo a mezzogiorno (su prenotazione).

 
Un altro Comune istituisce la De.Co.
13 Giugno 2014
 
Notizie - Notizie dai Comuni De.Co. vicentini

E'  Fara Vicentino il 58° comune deco della provincia di Vicenza. Il Consiglio Comunale ha deciso di ampliare la denominazione anche a " tradizioni ed antichi mestieri". E' il primo Comune in Italia a tutelare con la deco anche le attività tradizionali del territorio. http://ow.ly/xSy4s

 
Il Pane delle Rose di Santa Rita è la nuova deco vicentina!
23 Maggio 2014
 
Notizie - Prodotti De.Co. di Piovene Rocchette

Il Comune di Piovene Rocchette con delibera di Consiglio Comunale di n. 38 del 21/06/2011 si è espresso a favore dell'adozione della Denominazione Comunale approvando il regolamento De.co. A seguito di ciò, dopo aver espletato tutto l'iter previsto nel regolamento su menzionato, con delibera di Giunta in data 21 maggio 2014, esprime voto unanime e favorevole affinchè riconosciuto come prodotto de.co. denominazione comunale il Pane delle Rose di Santa Rita.

pane_piovene


Il Territorio di Piovene Rocchette ha nella sua tradizione la venerazione e culto di Santa Rita, conosciuta anche come "Santa dei casi impossibili". Molto partecipata è la festa organizzata dalla Parrocchia di Santo Stefano, durante la quale i fedeli si recano nella chiesetta dedicata ai Santi Vito, Modesto e Rita portando per la benedizione del pane e delle rose.

 

Il rito della benedizione del pane e delle rose nel giorno di Santa Rita - 22 maggio- risale a tempi molto lontani, dopo la seconda guerra mondiale, da allora tutti gli anni i fedeli si recano della Chiesetta posta in Via Libertà a fianco dell'attuale Municipio (già casa Verlata). Le prime notizie dell'esistenza di questa stupenda Chiesetta, si trovano nel "Codice A" dell'Archivio della Città di Vicenza, nel quale sono elencati i beni posseduti in quel di Piovene alla data del 1262. Grazie all'offerta delle molte "Rita" di Piovene, una statua in legno raffigurante Santa Rita è stata posta nella chiesetta . Qui le grazie ricevute, sono testimoniate dai molti ex-voto esposti.

SANTA RITA  DA CASCIA conosciuta anche come la Santa delle rose e delle api. Nel caso della monaca Agostiniana infatti, le rose ne sono diventate simboli incontrastati: Santa Rita è a livello universale la Santa delle Rose, con le rose è rappresentata, rose si offrono per la sua festa e rose sono protagoniste di innumerevoli riti, novene, preghiere, canti.

Ma da cosa deriva questo stretto legame tra Rita e le rose? Tutto ha inizio con un miracolo della Santa ormai prossima alla morte. Era inverno, il freddo imperversava su Cascia, una parente andò a trovare Rita costretta dalle sofferenze a letto. Le chiese se avesse qualche desiderio e l'umile anima rispose di desiderare delle rose e dei fichi del suo giardino. La parente le spiegò che era inverno e che tutta la natura era spoglia...ma Rita insistette, e grande fu lo stupore della donna, quando, tornando verso casa, vide nel giardino di Rita  le rose fiorite e i fichi maturi. Questo fu uno dei segni che mostrarono la santità di Rita, ma di sicuro, per l'iconografia fu il più fortunato.

Altro legame della Santa Rita con il pane e le rose è quello che ritroviamo fra i racconti della sua vita. Si narra che prima di sentire la vocazione per la vita religiosa, Rita fosse stata costretta a sposare un uomo conosciuto per il suo carattere forte, impetuoso, perfino secondo alcuni studiosi, brutale e violento che mal sopportava le opere di misericordia a cui era dedita la moglie. Un giorno fermò Rita che di nascosto da lui portava del pane ad alcune persone bisognose, e in modo prepotente le chiese cosa tenesse nascosto nel grembiule, lei spaventata risposte "rose" , e aprendo il grembiule lei vide che il pane si era trasformato in rose, salvandola così dalla brutalità dell'uomo.

In seguito a numerosi episodi "impossibili" quali guarigioni o apparizioni di api , fiori e frutti nei luoghi frequentati da Rita durante l'arco della sua vita, i suoi devoti la definiscono la Santa delle "cose impossibili" e a lei si rivolgono per ottenere grazie che ritengono difficili da realizzare. Per rinnovare la forza di questo messaggio di pace e fratellanza, il 22 maggio a Piovene Rocchette ogni anno si perpetua il rito di benedire il pane e le rose, per rievocare il momento del trapasso di Rita avvenuto nel 1457.

Per onorare Santa Rita, i panifici di Piovene Rocchette, da molti anni lavorano delle piccole forme di pane a raffiguranti una rosa, fra i cui ingredienti uniscono in sé i simboli che nella vita della Santa, e che sono espressione della sua santità: le rose, i fichi e il miele prodotto dalle api, simboli che l'hanno accompagnata dalla nascita alla morte.


Il pane viene prodotto sia fresco e sia sotto forma di pane biscotto.

 

 

 
Tradizionale Sagra della Bondola a Torrebelvicino
12 Maggio 2014
 
Notizie - Prodotti De.Co. di Torrebelvicino
Da Venerdì, 23. Maggio a Domenica, 1. Giugno 2014
Torrebelvicino
23-24-25-30-31 maggio e 1 giugno 2014 a Torrebelvicino
Venerdì 23 maggio
Ore 19.00 apertura stand enogastronomico
Ore 21.00 fantastica serata "Beatles-Pink Floyd" con la band TACTUS ROSA
Sabato 24 maggio
Ore 14.30 inizio 2° Torneo di Calcio Balilla (ore 14.00 ritrovo e iscrizioni)
Max 32 coppie. Quota iscrizione: 20€ a coppia.
Il torneo si tiene nei giorni: sabato 24 e 31 maggio presso il tendone della Sagra della Bondola. Info&iscrizioni: Andrea 348/2439507 o Casa della Gioventù a Torrebelvicino
Ore 18.00 apertura stand enogastronomico
Ore 19.30 "International Dance School Veneto" presenta: animazione con balli di gruppo
Ore 21.00 grande serata danzante su pista da ballo con l'Orchestra Spettacolo MARCO E I NIAGARA
Domenica 25 maggio
Ore 10.00 apertura stand enogastronomico e vendita Bondole per le Famiglie (da asporto)
Ore 18.45 la palestra "Just Move by Amneris" presenta: straordinaria esibizione di Hip Hop e Zumba
Ore 20.30 serata danzante su pista da ballo con l'Orchestra Spettacolo SANTAMONICA
Inoltre: sabato 24 e domenica 25 maggio Torneo di Beach Volley
Amatoriale, aperto a tutti. Formula: 4x4 misto/a
Presso Impianti Sportivi Rendez-vous in collaborazione con G.S.Polisportiva Torrebelvicino. Info: Luca 339.8884885
Venerdì 30 maggio
Ore 19.00 apertura stand enogastronomico
Ore 21.30 fantastica serata "Nomadi Tributo Band" con i 32° PARALLELO
Sabato 31 maggio
Ore 14.30 fase finale 2° Torneo di Calcio Balilla
Ore 18.00 apertura stand enogastronomico
Ore 21.00 magnifica serata danzante su pista da ballo con l'Orchestra spettacolo I RODIGINI
Domenica 1 giugno
Ore 10.00 apertura stand enogastronomico e vendita Bondole per le Famiglie (da asporto)
Ore 19.30-20.30 e ore 22.30-23.00 spettacolare esibizione di ballo organizzata dai Maestri Daniela e Lucio Mantese. Coppie di classe internazionale si alterneranno in danze latine, caraibiche, tango argentino e il coinvolgente ballo del momento Zumba fitness
Ore 20.30 grande serata danzante su pista da ballo con l'Orchestra spettacolo CAIMAN
Ore 23.30 estrazione lotteria. 1° premio: favolosa Crociera "Tesori d'Oriente" con MSC Preziosa. Cabina con balcone - 8 gg/7 notti per 2 persone
La Bondola di Torrebelvicino è un prodotto De.Co. (Denominazione Comunale)! Il Menu della Sagra: salsicce o bondola + contorni, bondola per famiglie (solo da asporto), piatto polenta e sopressa, piatto polenta e formaggio, vaschetta crauti o polenta o patate, gnocchi al ragù, panini, panino con bondola, panino con wurstel e senape.
Ingresso libero.
Area di 1750 mq. completamente coperta e pista da ballo in acciaio.
Org. A.S.D.C. Schio-Torre-Valli con il patrocinio della Pro Loco Torrebelvicino
INFO 0445/570545
 
Presentazione ufficiale per il prodotto de.co. di Breganze
09 Maggio 2014
 
Notizie - Notizie dai Comuni De.Co. vicentini
Conferenza stampa di presentazione della De.co. del "Toresàn allo spiedo De.co."
SAM_1232-horz
Giovedì 8 maggio 2014 presso il Comune di Breganze, è stato presentato ufficialmente alla stampa e al pubblico la nuova De.co. di Breganze. Un grande prodotto che profuma di storia: sua nascita risale ancora al Medioevo, sicuramente la De.co. più antica del paniere delle De.co. Vicentine.
Erano presenti  Il Sindaco di Breganze Silvia Covolo, l' Assessore Ivan Dalla Valle, il Presidente Botteghe di Breganze e Associazione Commercianti di Breganze Sig. Onorina Gasparotto, il Delegato dell' Accademia de Toresan Nerio Brian, il Presidente Tavolo De.co. Davide Cadore, e la componente Tavolo de.co. Paola Franco.
Il buffet è stato offerto dai Ristoratori di Breganze, rappresentanti dal loro Presidente Terenzio Scapin, della Trattoria la Cusineta.  Altri ristoratori presenti: Trattoria Al Cappello - Ristorante Da Elvio - Trattoria Dei Tanti Don Fili - Ristorante Faresin.
 
L'Iter per ottenere la De.Co.: documenti utili PDF Stampa
09 Marzo 2011
 
Notizie - Notizie dai Comuni De.Co. vicentini

logo_nuovoIl Tavolo di Coordinamento dei Comuni De.Co. vicentini ha messo a punto una procedura per costituire una De.Co. Procedura che ha voluto codificare e rendere il più possibile omogenea. Pochi documenti, piuttosto semplici, da condividere con tutti i Comuni interessati, per offrire uno strumento chiaro e condiviso sulle regole da rispettare e i meccanismi per procedere a costituire una Denominazione Comunale nel rispetto delle normative Comunitarie in materia di qualità e origine. SCARICA QUI I DOCUMENTI


 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2

Richiedi il dossier in pdf

                 clicca qui

     deco_dossier

Il Memory Kit DeCo

memory_kit

logo2confraternita

La mappa delle DeCo


Visualizza Le De.Co. nel Vicentino in una mappa di dimensioni maggiori

Condividi online

400x400_VersoMonet