Monte di Malo

Monte di Malo

Monte di Malo è un Comune collinare situato nella parte centrale del territorio provinciale, confina con Valdagno, Schio, San Vito di Leguzzano, Malo e Cornedo Vicentino.
La storia di Monte di Malo è legata alla Villa Maladi la quale fino al 1222 appartenne al vescovo di Vicenza. Comune dal XIV secolo, nel Quattrocento avvenne la definitiva distinzione da Malo. I primi stanziamenti umani risalgono al neolitico e all’età del bronzo, come hanno rilevato ritrovamenti di frecce di selce, asce di basalto e cocci decorati; della dominazione romana rimangono pochi reperti, fatta eccezione per alcune leggende.

Leggi tutto: Monte di Malo

Marano Vicentino

Marano VicentinoMarano Vicentino è comune dell’alta pianura vicentina, confinante con Schio e poco discosto dalla statale che da Vicenza sale fino al Pian delle Fugazze, tra le Piccole Dolomiti e il Pasubio. Il suo territorio vede la confluenza del torrente Leogra, che discende questa valle, nel Timonchio, che nasce invece dall’altopiano del Tretto e versa le sue acque nel Bacchiglione. Corsi d’acqua naturali e rogge tracciate dai suoi antichi feudatari hanno fatto di Marano un comune d’antica vocazione agricola, come fanno fede ville e fattorie del suo territorio.

Leggi tutto: Marano Vicentino

Montecchio Maggiore

Montecchio MaggioreMontecchio Maggiore si trova all’imbocco della valle dell’Agno, dove la statale di Recoaro si stacca dalla Padana Superiore. Alzando lo sguardo, il primo segno della nobiltà del luogo: due manieri medievali contrapposti, secondo la leggenda l’uno dei Montecchi e l’altro dei Capuleti, ovvero di Romeo e Giulietta, gli innamorati resi celebri da Shakespeare, ma nati dalla fantasia del vicentino Luigi da Porto, che proprio da queste parti era nato.

Leggi tutto: Montecchio Maggiore

Montecchio Precalcino

Montecchio Precalcino Il toponimo Montecchio, da "monticulus" (piccolo colle) e Precalcino, da "praedium" (podere, fondo) e "calx-calcis" (calce), defi­nisce in modo evidente le due realtà che compongono il territorio comunale, la colli­na e la circostante pianura formata dai poderosi strati alluvionali di bianche ghiaie del torrente Astico dai cui ciottoli di calcare si ottiene la calcina.
La presenza dell'uomo preistorico è testimoniata da vari reperti del Paleolitico Medio, dell'avanzato Neolitico, dell'Età del Bronzo e del Ferro (cultura Paleoveneta); la penetrazione e l'affermazio­ne della civiltà romana sono testimoniate da tracce di una centuriazione e dalla regola­men tazione delle acque dell'Astico tramite un poderoso "murazzo" che ancora affiora a nord della collina. Una piccola necropoli tardo romana introduce al periodo longo­bardo e una spada carolingia allude alla fine del loro regno sotto l'incalzare della potenza dei Franchi.

Leggi tutto: Montecchio Precalcino

Montegalda

MontegaldaMontegalda si trova più o meno a metà strada tra Vicenza e Padova, nella pianura sulla sinistra del Bacchiglione, con i Colli Berici nella pittoresca veduta del tramonto. La rilevanza strategica del luogo risulta evidente fin da lontano, quando si scorge il colle isolato che sovrasta l'abitato e il castello che lo corona.

Leggi tutto: Montegalda

Monticello Conte Otto

Monticello Conte OttoMonticello Conte Otto è comune della pianura a nord di Vicenza, nella cosiddetta ‘fascia delle risorgive’, dove le acque dei torrenti montani, penetrate nel sottosuolo ghiaioso, tornano alla luce formando specchi d’acqua cristallina. L’ambiente che ne risulta è molto particolare, sia per l’esuberanza della vegetazione spontanea, sia per la generosità delle terre coltivate. La straordinaria vocazione agricola di queste campagne è testimoniata dalla presenza di numerose ville, un tempo al centro di grandi proprietà terriere.

Leggi tutto: Monticello Conte Otto

Montorso Vicentino

Montorso VicentinoMontorso Vicentino è comune del settore occidentale della provincia, disteso all’imbocco della valle del Chiampo nello scenario delle ultime propaggini dei Monti Lessini. Il monumento più significativo del paese spicca nel tratto di campagna pianeggiante: è la villa dello scrittore Luigi da Porto, vissuto a cavallo tra Quattro e Cinquecento, autore della novella che più tardi avrebbe ispirato William Shakespeare nella stesura della tragedia di «Romeo e Giulietta».

Leggi tutto: Montorso Vicentino

Nanto

NantoIl profilo orientale dei Colli Berici è sottolineato da una strada, la Riviera, cosiddetta perché segue da nord a sud il rettilineo canale del Bisatto. Nanto è uno dei comuni che si assiepano lungo di essa e il suo territorio è come una fettuccia stesa di traverso, dal Monte Alto, 414 metri di quota, alla pianura, dove corre il confine con Padova.

Leggi tutto: Nanto

Nogarole Vicentino

Nogarole VicentinoIl comune distende il suo territorio sul versante orientale della prima valle del Chiampo, a ridosso della linea di spartiacque con la valle dell’Agno che corre dal monte Faldo (m 807) al monte Croce del Bosco (m 851). L’abitato sorge a 562 metri di quota e venne aggregandosi nel Medioevo attorno alla chiesa dei Santi Simone e Giuda, all’epoca cappella della Pieve di Santa Maria di Chiampo, ricostruita nel Sei-Settecento.

Leggi tutto: Nogarole Vicentino